Aziende sostenitrici


In evidenza

NOVEMBRE 2019 - ASL TARANTO - DEL. DIR. GEN. n. 2786/2019 - Recepimento e sottoscrizione del Protocollo d’intesa stipulato tra la A.S.L. di Taranto e le Associazioni di categoria Assortopedia e Fioto per l’adozione del nuovo tariffario aziendale degli ausili ortopedici di cui agli elenchi 2A e 2B del DPCM 12.01.2017. Provvedimenti conseguenti. DEL 2786_19 – allegato protocollo di intesa ; DEL 2786_19 - allegato tariffario;


AGOSTO 2019 - REGIONE LAZIO -  Determina n. G10615 del 02/08/2019- Aggiornamento prontuario prodotti monouso assistenza protesica


AGOSTO 2019 - REGIONE PUGLIA - AGGIORNAMENTO ELENCO FORNITORI PROTESICA  - DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE STRATEGIE E GOVERNO DELL’OFFERTA 6 agosto 2019, n. 196   


LUGLIO 2019 - REGIONE LAZIO - PROROGA AL 31.12.2019 ACCORDO TARIFFARIO AUSILI PROTESICI EL. 2 DM 332/99 - CIRCOLARE LUGLIO 2019


LUGLIO 2019- ASL BRINDISI - DEL. 1114 DEL 1 LUGLIO 2019 - Approvato PROTOCOLLO INTESA SU TARIFFARIO AUSILI ELENCHI 2.a e 2..b DPCM 12.1.2017 (ALLEGATO 1 - PROTOCOLLO D'INTESA; ALLEGATO 2 - TARIFFARIO AUSILI)


GIUGNO 2019 - FRIULI V.G. - Decreto del Direttore dell’Area Servizi Assistenza Primaria 6 giugno 2019, n. 1022 DM 332/1999 - Primo aggiornamento per il 2019 dell’elenco regionale dei soggetti erogatori dei dispositivi protesici con oneri a carico del Servizio Sanitario Regionale. (BOLLETTINO UFFICIALE N. 25 DEL 19 giugno 2019)

 


MAGGIO 2019 - REGIONE VENETO - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 330 del 26/03/2019 (BUR n. 43 del 30/04/2019) - Prescrizione delle prestazioni di assistenza protesica: definizione delle specialità mediche e delle modalità per individuare le strutture da autorizzare alla prescrizione medesima a carico del Servizio Sanitario Nazionale (D.P.C.M. 12 gennaio 2017 relativo alla definizione e all'aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza - Allegato 12, articolo 1).


FEBBRAIO 2019 - REGIONE TOSCANA - Decreto n.2245 del 21-02-2019 - AGGIORNAMENTO ELENCO REGIONALE FORNITORI ASSISTENZA PROTESICA - Allegato A - Aggiornamento elenco fornitori;


FEBBRAIO 2019 - REGIONE CAMPANIA -  Decreto Dirigenziale n. 3 del 14/02/2019 concernente l’ELENCO REGIONALE DELLE AZIENDE AUTORIZZATE ALLA FORNITURA DI AUSILI E PROTESI CON SPESA A CARICO DEL S.S.N. ANNO 2019 DI CUI ALL'ELENCO 1 DEL D.M. 332/99 E S.M.I. (BURC n. 9 del 18.2.2019) Scarica Elenco aziende protesiche


GENNAIO 2019 - REGIONE LAZIO  - Determinazione 17 dicembre 2018, n. G16452 - Aggiornamento dell'Elenco regionale di fornitori di protesi, ortesi e ausili di cui al Decreto del Commissario ad Acta 4 agosto 2015, n. U00384. (BURL N. 1/2019)


archivio news

NUOVI LEA DPCM 12.1.2017 - ASSISTENZA PROTESICA

DPCM 12.1.2017 - DEFINIZIONE E AGGIORNAMENTO DEI NUOVI LEA


Allo scopo di favorire una omogenea applicazione delle disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 gennaio 2017 recante “Definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza”ed assicurare una migliore tutela degli assistiti, si forniscono di seguito alcune indicazioni che affrontano le maggiori criticità applicative riferite alle diverse aree assistenziali disciplinate dal decreto, condivise con il Coordinamento della Commissione salute.

… omissis…

ASSISTENZA PROTESICA

Il DPCM 12 gennaio 2017 apporta importanti modifiche agli elenchi delle protesi, ortesi ed ausili tecnologici per le persone disabili che erano allegati al DM 332/1999.

Tra le modifiche, si segnalano in particolare:

- gli elenchi hanno assunto una denominazione leggermente diversa: l’elenco 1 dell’allegato 5 contiene solo ausili effettivamente fabbricati o allestiti “su misura” per essere destinati a un determinato paziente e remunerati a tariffa predefinita; contiene, inoltre, gli aggiuntivi e le riparazioni prescrivibili dal medico. L’elenco 2 contiene dispositivi di fabbricazione industriale o “di serie” da acquistare mediante procedure pubbliche, e si articola in un sottoelenco 2.A (contenente dispositivi che devono essere consegnati e “messi in uso” da tecnici abilitati, sia che abbiano bisogno di “adattamenti o personalizzazioni” sia che siano perfettamente rispondenti alle esigenze degli assistiti nella configurazione standard) e in un sottoelenco 2.B (contenente dispositivi pronti per l’uso) per i quali dovranno essere semplicemente assicurate “le istruzioni necessarie per il corretto utilizzo del dispositivo” e che saranno consegnati ai pazienti come previsto dai capitolati di gara; la caratteristica discriminante tra l’elenco A e l’elenco B non è la complessità dell’ausilio od il suo livello tecnologico ma il fatto che debba essere “applicato” al paziente da parte di un professionista sanitario;

-  numerosi ausili inclusi nell’elenco 1 allegato al DM 332/99 sono stati trasferiti all’elenco 2; In particolare, sono stati inseriti nell’elenco 2.A (la carrozzina superleggera, bariatrica, per assistiti affetti da distonie, i supporti posturali e gli apparecchi acustici) e nell’elenco 2.B (gli ausili respiratori, stabilizzatori, carrozzine elettriche, passeggini, seggioloni ecc.) . Questa circostanza impone alle Regioni e/o alle ASL di attivare procedure pubbliche per l’acquisto dei suddetti dispositivi, utilizzando le diverse possibilità offerte dalla vigente normativa in materia di appalti e tenendo presente che i soggetti aggiudicatari delle procedure pubbliche dovranno garantire, oltre alla fornitura degli ausili, anche le prestazioni di modifica e personalizzazione degli ausili stessi, eventualmente necessarie per soddisfare particolari esigenze degli assistiti. Tali prestazioni dovranno comunque essere previste nei capitolati per la fornitura degli apparecchi acustici. Si ricorda che il decreto-leggge 24 aprile 2017, n. 50, convertito nella legge 21 giugno 2017, n. 96, prevede esplicitamente all’art. 30 bis che, qualora la Commissione nazionale LEA dovesse verificare (a distanza di 16 mesi dall’entrata in vigore del decreto legge) che le procedure pubbliche attivate dalle ASL non siano in grado di garantire adeguatamente la personalizzazione degli ausili identificati dai codici riportati in nota, provvederà a richiedere al Ministro della salute il trasferimento di tali ausili nell’elenco 1, remunerato a tariffa predefinita;

- l’art. 64 del DPCM stablisce che l’elenco 1 dell’allegato 5 (dispositivi su misura) entra in vigore dalla data di entrata in vigore del decreto ministeriale che fissa le tariffe dei medesimi dispositivi; ne consegue che, fino a quella data, resta in vigore l’elenco 1 allegato al DM 332/1999 e le ASL sono tenute ad erogare anche gli ausili che sono stati esclusi dal “nuovo” elenco 1; si fa riferimento ad esempio alle “calzature ortopediche di serie” (codici 06.33.03 da .003 a .081)  e ai “plantari ortopedici predisposti” (codici 06.12.03 da .003 a 021).

- E’ stato segnalato che nella fornitura degli ausili monouso ai laringectomizzati, si riscontrano forti disomogeneità nel comportamento della ASL. In particolare, alcune ASL includono nella fornitura anche gli adesivi stomali e i filtri umidificatori (dispositivi scambiatori di calore e umidità-HME), mentre altre fanno gravare sugli assistiti il costi di questi ausili. In attesa di procedere ad una esplicita inclusione degli stessi ausili nell’elenco dei dispositivi monouso (allegato 2), si invitano le ASL a provvedere alla fornitura diretta.

- L’allegato 12 al DPCM, nel definire le modalità di erogazione dell’assistenza protesica e dei dispositivi medici  monouso, demanda alle Regioni il compito di fissare “il tempo massimo per la conclusione della procedura (di autorizzazione) da parte dell’azienda sanitaria” alla fornitura dei dispositivi protesici e monouso. Questa previsione sostituisce quella contenuta nel DM 332/1999 che, in caso di prima fornitura, fissava un termine massimo di 20 giorni per la pronuncia della ASL e affermava che, trascorso tale termine, l’autozzazione si intendeva concessa. Si invitano le Regioni a fissare al più presto “il tempo massimo” per la conclusione della procedura da parte delle aziende, adottando, se possibile, discipline che riducano i tempi di attesa degli assistiti rispetto a quelli già previsti in passato dal DM 332/1999.

 


DELIBERE REGIONALI DI RECEPIMENTO del DPCM 12.1.17 in materia di assistenza protesica
 


LEGGE DI BILANCIO 2018 - ART. 1, c. 420: IN TEMA DI TARIFFE DI ASSISTENZA PROTESICA:
ART. 1 C. 420:
«16. Le tariffe massime delle strutture che erogano prestazioni di assistenza ospedaliera per acuti, assistenza ospedaliera di riabilitazione e di lungodegenza post acuzie e di assistenza specialistica ambulatoriale di cui al decreto del Ministro della salute 18 ottobre 2012, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 23 del 28 gennaio 2013, nonché le tariffe delle prestazioni relative all’assistenza protesica di cui all’articolo 2, comma 380, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, continuano ad applicarsi fino all’adozione dei decreti ministeriali di cui all’articolo 64, commi 2 e 3, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 18 marzo 2017, da emanare entro il 28 febbraio 2018».

MANOVRINA 2017 - LEGGE 21 GIUGNO 2017 N. 96

 



DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 12 gennaio 2017 Definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, di cui all'articolo 1, comma 7, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502. (Suppl. Ordinario n. 15)

ESTRATTO DEL DECRETO CONCERNENTE L'ASSISTENZA PROTESICA :


ART. 17 -  Assistenza protesica

ART. 18 -  Destinatari delle prestazioni di assistenza protesica

ART. 19 - Modalita' di erogazione dell'assistenza protesica

ART. 64 - Norme finali e transitorie


ALLEGATO 5 -  ELENCHI DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZA PROTESICA (ELENCO 1 – 2A – 2B)

ALLEGATO 12 - MODALITA' DI EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA PROTESICA
 


PARERI delle COMMISSIONI PARLAMENTARI sulla BOZZA di DPCM

Il parere della commissione Salute della Camera 
Il parere della commissione Igiene e Sanità del Senato 

 


DETTAGLIO DPCM 12.1.2017 + ALLEGATI

spacerIl Dpcm 12 gennaio 2017 con i "Nuovi Livelli essenziali di assistenza". Il testo in Gazzetta.
spacerAllegato 1 - Prevenzione collettiva e sanità pubblica
spacerAllegato 2 - Ausili monouso
spacerAllegato 3 - Presidi per persone affette da patologia diabetica e da malattie rare
spacerAllegato 4 - Legenda
spacerAllegato 4A - Fattori di rischio per l’erogazione delle prestazioni di densitometria ossea
spacerAllegato 4B - Condizioni per l’erogazione della chirurgia refrattiva
spacerAllegato 4C - Criteri per la definizione delle condizioni di erogabilità delle prestazioni odontoiatriche
spacerAllegato 4D - Elenco note e corrispondenti condizioni di erogabilità-indicazioni appropriatezza prescrittiva
spacerAllegato 5 - Ausili su misura
spacerAllegato 6A - DRG ad alto rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria
spacerAllegato 6B - Prestazioni ad alto rischio di non appropriatezza in regime di day surgery - trasferibili in regime ambulatoriale
spacerAllegato 7 - Elenco malattie rare esentate dalla partecipazione al costo
spacerAllegato 8 - Elenco malattie e condizioni croniche e invalidanti
spacerAllegato 8 Bis - Elenco malattie e condizioni croniche e invalidanti
spacerAllegato 9 - Assistenza termale
spacerAllegato 11 - Modalità di erogazione dei dispositivi medici monouso
spacerb Allegato 10A - Prestazioni specialistiche per la tutela della maternità responsabile, escluse dalla partecipazione al costo in funzione preconcezionale
spacerb Allegato 11 - Modalità di erogazione dei dispositivi medici monouso
spacerb Alegato 12 - Modalità di erogazione delle prestazioni di assistenza protesica
spacerDecreto ministero Salute "Commissione monitoraggio Lea"



Commissioni istituzionali di riferimento:


COMMISSIONE TARIFFE
DECRETO MINISTRO SALUTE del 18 gennaio 2016
- ISTITUZIONE COMMISSIONE PERMANENTE AGGIORNAMENTO E MANUTENZIONE TARIFFE MASSIME DI RIFERIMENTO PRESTAZIONI ASSISTENZA PROTESICA DI CUI AL DM 332/99;

MINISTERO DELLA SALUTE - Procedura per l’affidamento del progetto denominato “Supporto metodologico nell’analisi dei costi per la determinazione delle tariffe delle prestazioni di specialistica ambulatoriale e di protesica"

 

COMMISSIONE LEA
DECRETO MINISTRO SALUTE del 16 giugno 2016 - ISTITUZIONE COMMISSIONE NAZIONALE PER L'AGGIORNAMENTO E LA MANUTENZIONE DEI LEA


 


 


ARCHIVIO NOTIZIE
DICEMBRE 2016
PARERE FAVOREVOLE CONDIZIONATO SUI NUOVI LEA DALLE COMMISSIONI PARLAMENTARI



UNO MATTINA - RAI 1 - PUNTATA DEL 27/9/2016 - "ASSISTENZA PROTESICA" 
(IL SERVIZIO E' ANDATO IN ONDA AL MINUTO 52.20 DELLA TRASMISSIONE)
IMMAGINE
Sono intervenuti: Francesca Fialdini (giornalista), Marco Laineri Milazzo (presidente della Federazione Italiana Operatori Tecnica Ortopedica), Filomena Gallo (avvocato, segretario dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica).

 


SETTEMBRE 2016
DPCM NUOVI LEA - testo approvato dalla CONFERENZA STATO/REGIONI il 7/9/2016

GUIDA ALLA LETTURA AL DPCM DI AGGIORNAMENTO DEI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA (LEA) 
 


AGOSTO  2016
Livelli essenziali di assistenza, ecco il testo definitivo licenziato dal Mef e inviato dalla Salute alle Regioni (articolo SANITA' 24 - 04/08/2016 )
Lo schema d'Intesa sui Lea